Eventi e attività

In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sugli eventi e le attività promossa dal Centro Socioculturale "L'Airone" di Castenaso.

Informiamo i nostri Soci che i corsi di ginnastica ballo computer yoga tai chi zumba pilates e cucito, 
slittano la partenza al 17 gennaio, per alleggerire la situazione che si sta manifestando sul territorio  in questo momento.
Abbiamo a cuore la vostra e la nostra incolumità, ci auguriamo che apprezziate la nostra decisione.

Salute a tutti

Informiamo i nostri Soci che il Centro sociale osserverà le seguenti chiusure nelle festività.
Dal 24 al 26 Dicembre 2021 compresi 
Il 31 Dicembre 2021 e il 1 Gennaio 2022 

 

tesseramento 2022 page 0001E' APERTO IL TESSERAMENTO 2022

 Il Centro Sociale l'Airone, Castenaso, é la casa di chi ama l'incontro, la convivialità,

la condivisione di attività ricreative e motorie, culturali e di intrattenimento.

E' interamente gestito da Volontari, nella più stretta osservanza di  tutte le normative in materia di sicurezza e trasparenza.

 La tessera ANCESCAO dà diritto a partecipare, per un intero anno, a tutte le attività del Centro l'Airone e degli altri Centri associati ANCESCAO.

Per il rinnovo tessere, la Segreteria é aperta da LUN a VEN ore 9:00 – 11:30.

Ulteriori informazioni ....

LEZIONI DI PROVA 2021 page 0001 1A partire dal 30 Agosto 2021
sarà possibile concordare telefonicamente con la
Segreteria del Centro Sociale l’Airone,
via Marconi 14, CASTENASO, Tel. 051 6049123,
una lezione di prova gratuita per il corso prescelto.
La Segreteria è aperta dal 30 Agosto nei giorni LUN-MAR-MERC-GIOV-VEN
dalle ore 9:00 alle ore 11:30.
Eccezionalmente anche il 30/8 e il 6/9/2021 dalle ore 18,00 alle 20,30

GREEN PASS OBBLIGATORIO

Maggiori informazioni ...

 

RIAPERTURA ISCRIZIONI CORSI 2021 page 0001 1 1Il 30 Agosto 2021 riaprono le iscrizioni ai corsi presso la
Segreteria del Centro Sociale l’Airone, via Marconi 14,
CASTENASO, Tel. 051 6049123,aperta nei giorni LUN-MAR-MERC-
GIOV-VEN dalle ore 9:00 alle ore 11:30. Eccezionalmente
anche il 30/8 e il 6/9/2021 dalle ore 18,00 alle 20,30
IL CENTRO E’ CHIUSO LA DOMENICA

Maggiori informazioni ....

pressione arteriosa che cos e e come si misura 1200 900CARI FREQUENTATORI DEL VOSTRO CIRCOLO

L'AIRONE APS  HA RIAPERTO AL MERCOLED' MATTINA

GRAZIE ALLA DISPONIBILITA DEL VOLONTARIO GUIDO 

IL SERVIZIO INFERMIERISTICO DI RILEVAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA

VI  RI.....ASPETTIAMO

vestaimg 76925 O 28 1372 0 0 201bac294428df19ef1337e0b68e5a88Progetto Vesta: dalla parte di chi apre le porte

5 maggio 2021


Il progetto Vesta costruisce comunità inclusive e offre la possibilità a famiglie e singoli cittadini di attivarsi in prima persona per integrare i minori stranieri non accompagnati e i neomaggiorenni. Ideato e sviluppato dalla cooperativa Cidas, il progetto mette al servizio dei cittadini, che scelgono di mettersi in gioco e prendere parte in prima persona al sistema nazionale di accoglienza, uno Staff di professionisti.
Lo staff di Vesta è formato da operatori sociali, psicologi, consulenti legali, mediatori linguistici e culturali con un’esperienza pluriennale nel campo dell’accoglienza e dell’integrazione di migranti e rifugiati. Lo staff assicura un costante contatto con i partecipanti al progetto per offrire tutto il supporto necessario.
Per approfondire la conoscenza del progetto Vesta sono in programma un paio di incontri online sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del Comune di Castenaso. 

Il primo incontro online di presentazione è programmato per mercoledì 5 maggio 2021 alle ore 18.30 con la partecipazione di Lauriana Sapienza - assessore a welfare di comunità e cultura del Comune di Castenaso; Annaviola Toller - coordinatrice servizio società e diritti, coop Cidas; Marina Misaghi Nejad - equipe vicinanza solidale, coop Cidas; Paola Cavalleri - Asp Città di Bologna; inoltre, la testimonianza di una famiglia che ha aderito al progetto.
“Il Comune di Castenaso ha aderito al progetto e intende farlo conoscere ai suoi cittadini” – commenta Lauriana Sapienza, assessore a welfare di comunità e cultura: “Si tratta di una nuova idea di cultura sociale, dove ciascuno di noi può partecipare in maniera attiva e innovativa. Chi è che include? Chi è che integra? Sono gli altri o siamo noi? Ciascuno di noi, infatti, può includere chi prima viene chiamato straniero, poi non più. Perché ha un nome, un cognome, una storia da raccontare, un vissuto che porta ricchezza, un pensiero che si mescola al nostro, una vita condivisa. Tutto questo è inclusione, integrazione, e ciascuno di noi può esserne protagonista. Occorre superare alcune paure e sciogliere i nodi legati all’immigrazione: accogliere i migranti è un dovere o un favore? Cosa vuol dire integrazione e fino a che punto bisogna integrarsi? Chi parte dalla propria terra e affronta un viaggio pericoloso alla ricerca di una vita migliore è una minaccia alla mia identità? Parliamone, e facciamolo insieme. Ciascuno di noi uscirà arricchito dal dialogo e chissà, magari, deciderà di accogliere uno di questi ragazzi e ragazze.”


Come funziona Vesta
Vesta è un progetto che vuole contribuire alla costruzione di comunità sempre più integrate, innovative e inclusive, si basa su un sito e su una piattaforma social.
Attraverso il portale www.progettovesta.com (tutti i collegamenti utili ad un maggiore approfondimento sono linkabili in fondo alla notizia ↓) si possono scegliere percorsi diversi, in base al tempo e alla disponibilità che i cittadini mettono a disposizione. Ci si candida in modo semplice e sempre accessibile, scegliendo il percorso più adatto tra:
• ACCOGLIENZA IN FAMIGLIA – si può ospitare nella propria casa un giovane rifugiato, accompagnandolo nel suo percorso di autonomia
• AFFIANCAMENTO FAMILIARE – si può dedicare qualche ora del proprio tempo libero per organizzare attività culturali, ludiche e ricreative insieme ai ragazzi che vivono in comunità, supportandoli nel loro percorso di integrazione
• TUTELA VOLONTARIA - se si hanno più di 25 anni, si può dare la propria disponibilità per assumere la tutela legale di un minore straniero solo sul territorio nazionale italiano
• AFFIDO – ci si può rendere disponibili per l’affido di minori stranieri non accompagnati e garantire a giovani giunti in Italia senza riferimenti adulti, di crescere in un ambiente che soddisfi le loro esigenze educative e affettive
L’importanza di non essere soli
Vesta dà alle famiglie e ai singoli la possibilità di attivarsi in prima persona e accogliere o affiancare un rifugiato nel suo percorso di autonomia.
A chi si candida, Vesta offre vicinanza, supporto qualificato e monitoraggio costante per vivere in serenità questa importante esperienza.
Vesta vuole essere anche un’ulteriore opportunità di accoglienza per le istituzioni territoriali, che possono così promuovere buone pratiche di integrazione fra i cittadini.
Intrecci di storie
Vesta si racconta attraverso le parole e i volti di chi l’accoglienza in famiglia l’ha vissuta in prima persona. Intrecci di storie è una raccolta di esperienze, sei brevi video immaginati insieme ai protagonisti per ripercorrere alcuni momenti della loro vita condivisa. Barbara, Ahmed, Mori, Annalisa, Alessandro sono solo alcuni di coloro che ci condurranno nelle loro case e nelle loro vite facendoci scoprire cosa significa aprire le porte della propria casa. Si scopriranno come le difficoltà si superano, come si acquisiscono e rafforzano nuove autonomie, come il rapporto rimane forte anche una volta finito il periodo di accoglienza.
I video sono disponibili sul sito www.progettovesta.com nella pagina dedicata al progetto Intrecci di storie.
Per maggiori dettagli è possibile scrivere all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oltre a consultare i link di seguito ↓

Link: www.progettovesta.com
canale youtube: https://www.youtube.com/channel/UCFmwtls1asbypfn1E89NrsA
pagina Facebook: www.facebook.com/progettovesta
Intrecci di storie - https://www.progettovesta.com/intrecci-di-storie/
Iscrizione alla newsletter del Progetto Vesta - https://www.progettovesta.com/iscriviti-alla-newsletter/

Cari Soci cari Amici,

Condividiamo con tutti Voi quanto possa mancarvi il Centro Sociale L’Airone, le varie attività, lo stare insieme a parlare di tanto
e di nulla quello che alla nostra età ci fa sentire VIVI.
D’altra parte anche a noi Volontari manca il dialogo e la presenza di TUTTI VOI, con cui scambiare chiacchiere e opinioni discussioni
e ricordare quello che non siamo più in grado di fare……….
Avrete sicuramente letto la notizia che evidenzia che i Centri Sociali Culturali sono come i bar ecc.ecc.;
questo significa che potrebbero essere svolte anche nei Centri attività di somministrazione di alimenti e bevande con la modalità di “asporto”.
Per NOI tali attività hanno un valore se e solo se associate e funzionali a promuovere e favorire momenti di socializzazione
e allo stare insieme che è la maggior vocazione per cui siamo nati.
A questo si aggiunga il momento delicato che stiamo vivendo, in primis per il rischio di contagio ancora molto elevato
per i nostri Soci e Volontari, ma anche il crollo delle entrate dovute alla protratta chiusura di quelle attività commerciali
e di ristorazione del nostro territorio che sulla vendita “campano” e fanno campare i dipendenti, e che vi invitiamo a sostenere con i vostri acquisti!
Perciò come associazione che gestisce il Centro Sociale L’Airone, per i motivi sopra esposti abbiamo deciso,
tutti insiemi, di non attivare questo tipo di attività e di riaprire nei modi e nei tempi che saranno previsti dalle normative,
e in accordo con il Comune dove siamo.
Siamo certi che comprenderete, anzi sosterrete questa nostra scelta.
Buona salute a tutti, nella speranza di rivederci presto al “CENTRO…”

Centro affiliato

logo trasp 150.fw

Seguici su Facebook

facebook 150

Questo sito utilizza la tecnologia dei cookies e tecnologie simili. Proseguendo con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Cosa sono i cookies?